Responsabilità nella Chiesa

Responsabilità nella Chiesa

Nel medioevo, quando il senso dell’unità era piuttosto rimarcato, si citava spesso anche in ambito ecclesiale un principio mutuato dal diritto romano: ciò che riguarda tutti deve essere preso in considerazione da tutti. Molte volte il principio era fatto valere per rifiutare di pagare imposte decise da vescovi o da papi. Ma entrava anche nell’organizzazione della vita monastica e in generale della vita della Chiesa.

Il mestiere di teologo o la perspicacia della fede

Il mestiere di teologo o la perspicacia della fede

Con Destinati alla beatitudine, (Milano, Vita e Pensiero, 2012) Giacomo Canobbio rivisita un tema antico, anzi tradizionale. Dopo l'anima, su cui ha scritto un "Pellicano rosso" per Morcelliana nel 2009, oggetto di questo volume sono i "novissimi". Nella teologia cattolica con questa espressione si indicano le "cose ultime" (dal latino novissima), «cui l’uomo va incontro al termine della vita: la morte, il giudizio particolare, il paradiso o l’inferno». Il termine "escatologia", che utilizza l'etimologia greca, «si applica invece soprattutto al destino ultimo dell’umanità intera» (Treccani).

Il pluralismo dei cattolici

Il pluralismo dei cattolici

«La vita sociale è fatta anche di giochi di potere e non si può esser schizzinosi a tal punto da pensare che con il potere i cattolici non si dovrebbero misurare o che nella ricerca del potere i cattolici siano più puri di altri»

Chi guardi Brescia dall'alto è colpito dallo scoprire una molteplicità di campanili, l'uno a poche decine o centinaia di metri dall'altro. È una visione cui si è abituati senza domandarsi perché nel passato si sia avvertita la necessità di costruire luoghi di culto addossati l'uno all'altro. L'osservatore attento non fatica a stabilire un raffronto tra ciò che sta all'origine dell'immagine urbanistica notata e la situazione del cattolicesimo bresciano attuale. Quelle chiese sono espressione di una ricchezza di presenze religiose, di confraternite, di gruppi sociali. Ricchezza non voleva però dire armonia: le contrapposizioni erano a volte aspre, quasi una sfida reciproca.

Programma Accademia Cattolica 2012-2013

Programma Accademia Cattolica 2012-2013

L’Accademia Cattolica di Brescia, presieduta dell'avv. Francesca Bazoli e diretta da Mons. Giacomo Canobbio, è la prima iniziativa italiana in questo campo e nasce sul modello di alcune esperienze armai decennali, quali l’Accademia di Monaco di Baviera. Si presenta alla Città nel 2010, con una lezione magistrale tenuta il 15 novembre dal vescovo di Brescia, Mons. Luciano Monari, su Fede e cultura. Dalla Separazione al dialogo.