Archivio eventi

2013 - 2014 - Verso un nuovo umanesimo

Si conclude il ciclo di incontri promossi dall'Accademia Cattolica di Brescia nell'anno 2013-2014. Al centro è ancora il tema dell'umano. Dopo il confronto con i rappresentanti delle differenti religioni su come si possa costruire un nuovo umanesimo, il Prof. Daniele Menozzi terrà una lezione sul percorso che ha portato la chiesa cattolica al riconoscimento pieno dei diritti dell'uomo. Che il passaggio non sia stato semplice per la chiesa, tanto in termini speculativi che relativamente all'itinerario storico che essa ha dovuto compiere nel suo cimento con quella che viene chiamata la "Modernità", è indicato dal fatto che dire "diritti dell'uomo" significa immediatamente rinviare alla Rivoluzione francese. Evento traumatico che nell'immaginario cattolico a lungo è stato visto come un flagello, in linea di derivazione diretta con la Riforma avviata da Lutero nel Cinquecento.

Arrivare a un tale riconoscimento ha significato per il cattolicesimo, tra le altre cose, fare i conti fino in fondo con il senso della storia e l'intrinseca storicità che connota la vicenda della chiesa tra gli uomini. Questo ha portato altresì a ripensare completamente il modo con cui la chiesa pensa e vede se stessa. Il lungo itinerario storico, idealmente avviato dalla Rivoluzione del 1789, passa così per il Sillabo di Pio IX (1864) e ha il suo punto di non ritorno nel decisivo evento del concilio Vaticano II (1962-1965). Sugli snodi problematici propri di questo percorso richiamerà l'attenzione da par suo il Professor Daniele Menozzi.

Inizio evento Sabato, 31 Maggio 2014

Si avvia verso la conclusione il ciclo di incontri promossi dall' Accademia Cattolica di Brescia con i rappresentanti delle differenti religioni su come si possa costruire un nuovo umanesimo. La scelta di porsi in dialogo con le religioni e con le varie forme di sapere nasce dalla considerazione che i paradigmi dell’umano che la tradizione ci ha trasmesso sono radicalmente messi in crisi, ma si fatica a intravederne di nuovi. Si vorrebbe verificare come i diversi saperi e religioni si pongono in rapporto all'umano. Che visione della donna e dell'uomo presuppongono, presentano, vogliono realizzare? Ciò che è in gioco è l’umano in tutte le sue dimensioni. Dopo l'Islam, il Buddismo, l'Induismo e l' Ebraismo - i rispettivi video sono disponibili sul nostro sito - è la volta del Cristianesimo.

Ospite dell'Accademia è il prof. Giovanni Ferretti, che esporrà la propria riflessione articolandola intorno ad alcuni interrogativi/snodi problematici: come nel Cristianesimo si pensa l’uguaglianza tra le persone umane, con particolare attenzione alla donna; che considerazione si ha in genere della Carta dei diritti dell’uomo; su quali basi pensa sia possibile costruire una convivenza pacifica; in che modo la fede professata da un cristiano incide nelle relazioni con gli appartenenti ad altre religioni o con chi non crede; come si pone il Cristianesimo in rapporto al progresso scientifico e alle domande che esso sollecita; quale visione ha, in quanto cristiano, della vita umana (nascita, malattia, amore, morte) nel mondo.

Inizio evento Giovedì, 13 Marzo 2014

Proseguono gli incontri promossi dall'Accademia con i rappresentanti delle differenti religioni su come si possa costruire un nuovo umanesimo. La scelta di porsi in dialogo con le religioni e con le varie forme di sapere nasce dalla considerazione che i paradigmi dell’umano che la tradizione ci ha trasmesso sono radicalmente messi in crisi, ma si fatica a intravederne di nuovi. Si vorrebbe verificare come i diversi saperi e religioni si pongono in rapporto all'umano. Che visione della donna e dell'uomo presuppongono, presentano, vogliono realizzare? Ciò che è in gioco è l’umano in tutte le sue dimensioni. Dopo l'Islam e il Buddismo e l'Induismo - i rispettivi video sono disponibili sul nostro sito - è la volta dell'Ebraismo.

Inizio evento Mercoledì, 12 Febbraio 2014

Proseguono gli incontri promossi dall'Accademia con i rappresentanti delle differenti religioni su come si possa costruire un nuovo umanesimo. La scelta di porsi in dialogo con le religioni e con le varie forme di sapere nasce dalla considerazione che i paradigmi dell’umano che la tradizione ci ha trasmesso sono radicalmente messi in crisi, ma si fatica a intravederne di nuovi. Si vorrebbe verificare come i diversi saperi e religioni si pongono in rapporto all'umano. Che visione della donna e dell'uomo presuppongono, presentano, vogliono realizzare? Ciò che è in gioco è l’umano in tutte le sue dimensioni. Dopo l'Islam e il Buddismo - i rispettivi video sono disponibili sul nostro sito - è la volta dell'Induismo.

Inizio evento Giovedì, 16 Gennaio 2014

Proseguono gli incontri promossi dall'Accademia con i rappresentanti delle differenti religioni su come si possa costruire un nuovo umanesimo. Dopo l'Islam - il video dell'incontro è disponibile sul nostro sito - è la volta del Buddismo.

Ospite dell'Accademia è il Professor Bruno Tonoletti, che esporrà la propria riflessione articolandola intorno ad alcuni interrogativi/snodi problematici: come nel Buddismo si pensa l’uguaglianza tra le persone umane, con particolare attenzione alla donna; che considerazione si ha in genere della Carta dei diritti dell’uomo; su quali basi pensa sia possibile costruire una convivenza pacifica; in che modo la fede professata da un buddista incide nelle relazioni con gli appartenenti ad altre religioni o con chi non crede; come si pone il buddismo in rapporto al progresso scientifico e alle domande che esso pone; quale visione ha, in quanto buddista, della vita umana (nascita, malattia, amore, morte) nel mondo.

Inizio evento Venerdì, 13 Dicembre 2013

Dopo aver riflettuto (negli anni 2010-2013) sul tema “Religioni e convivenza civile” per verificare se le religioni siano ostacolo o risorsa per la convivenza civile, l’Accademia prosegue la propria ricerca domandandosi come si possa costruire un nuovo umanesimo, in dialogo con le religioni e con le varie forme di sapere. La scelta nasce dalla considerazione che i paradigmi dell’umano che la tradizione ci ha trasmesso sono radicalmente messi in crisi, ma si fatica a intravederne di nuovi

Inizio evento Mercoledì, 20 Novembre 2013

L'iniziativa si inserisce nel percorso promosso dall'Accademia cattolica di Brescia sul tema "Per un nuovo umanesimo, religioni e saperi a confronto".

Gael Giraud, gesuita ed economista, affronterà la questione interrogandosi su un sapere, quello economico, che influenza, specialmente in questi tempi di crisi, la vita di tutti. L'uso di un linguaggio tecnico e il riferimento a misteriosi leggi di mercato tende ad oscurare la possibilità di un vero dibattito su scelte economiche che hanno sempre una dimensione politica e sociale, e spesso anche una dimensione morale. Da qui l'interesse di ascoltare il punto di vista di un religioso, professore di economia matematica e con un passato di consulente finanziario, che conosce in profondità i meccanismi economici.

In un libro uscito in Francia per Flammarion nel 2009, e giunto alla terza edizione, Giraud ha saputo coinvolgere economisti, giuristi e professionisti della finanza in un dibattito su "Venti proposizioni per riformare il capitalismo", cercando di ridefinire il rapporto tra stato e mercato in modo non a-prioristico e non ideologico. Nel recente pamphlet "L'illusione finanziaria" (Atelier, 2013) il tema è ripreso inserendolo in un' ampia visione del ruolo che l'Europa potrebbe giocare se ritrovasse la capacità di ricostruire, intorno ai temi del credito, dell'ecologia e del lavoro, un vero progetto comune di società.

Inizio evento Mercoledì, 23 Ottobre 2013